Essendo questo un blog dedicato alla stampa 3d, mi è sembrato doveroso provare che i costi di trasporto hanno un’incidenza elevata su alcuni prodotti che quotidianamente acquistiamo. Questo sta causando una crisi nell’industria.

Le stampanti 3D consentono all’industria di realizzare alcune parti dei loro prodotti senza doverli importare da paesi lontani. Ecco perchè l’industria, a fronte di una crisi senza precedenti su trasporti ed approvvigionamento delle materie prime, non può far altro che guardare la produzione additiva con un certo interesse.

La pandemia cha generato l’instabilità nel settore del trasporto marittimo ha esercitato una pressione crescente sulle catene di approvvigionamento in tutto il mondo. Numerose industrie hanno sentito la pressione poiché la carenza di container, non solo dalla Cina ma dalla maggior parte dell’Asia, ha causato una crisi del trasporto merci in corso ed il conseguente aumento di prezzi per gli importatori ed i loro clienti.

Cosa dicono le aziende che esportano ed importano?

I fornitori di pavimenti hanno dichiarato a FCNews di aver visto un aumento del 400% dei prezzi dei container negli ultimi sei mesi. Aggiungete a ciò molti altri fattori, tra cui l’aumento dei prezzi delle materie prime, un deprezzamento del dollaro USA rispetto allo yuan cinese, la carenza di autotrasporti interni e l’aumento della domanda dei consumatori di pavimenti,. Ecco perchè l’industria ha una crisi senza precedenti.

“L’attuale incapacità di spedire materiale tramite il trasporto marittimo ha creato interruzioni della fornitura che non si sono verificate nel 21 ° secolo”, ha spiegato Richard Quinlan, vice presidente delle vendite, Wellmade. “L’aumento della domanda dei consumatori, la riduzione delle navi disponibili, la carenza di container e i ritardi nei porti si sono combinati per creare una crisi in cui la capacità di caricare e spedire prodotti entro le normali aspettative non esiste più”.

Aumento costi di trasporto

I fornitori concordano sul fatto che gli aumenti dei prezzi siano iniziati circa sei mesi fa, quando il costo tipico per un container era di circa $ 1.200. Ora, i fornitori affermano di pagare ovunque tra $ 6.000 e $ 9.000.

“Su determinate rotte, stiamo pagando dal 300% al 400% in più rispetto a quanto pagavamo diversi mesi fa”, ha affermato Rup Shah, presidente di MSI, che fornisce sia piastrelle naturali che prodotti in vinile di lusso. “Sebbene siamo abituati a fluttuare i costi per il trasporto marittimo in base alla domanda / offerta, non abbiamo mai visto nulla di simile a quello che stiamo vivendo in questo momento. In genere, questi periodi di congestione durano solo 30-60 giorni. Purtroppo, questa situazione si protrae dall’inizio di ottobre e si è progressivamente aggravata. Sembra che ci troviamo in un periodo prolungato di turbolenze senza alcun sollievo in vista “.

Shah ha anche notato che non sono solo i costi dei container a causare problemi, ma un effetto a cascata di altri fattori correlati. “Nonostante il pagamento di queste tariffe, la disponibilità delle prenotazioni è limitata, i container subiscono ritardi nei porti di trasbordo e i porti degli Stati Uniti sono fortemente congestionati”.

Priorità per chi paga di più! Ecco cosa causerà crisi nell’industria

Altri fornitori hanno convenuto che gli aumenti dei prezzi non sono l’unica sfida. Rotem Eylor, fondatore e CEO di Republic Floor, ha notato un effetto domino che ha causato una guerra di offerte inaudita. “Oggi, quando si tratta di trasporto marittimo, qualunque azienda offra il prezzo più alto ottiene il container”, ha spiegato. “Ci sono così tanti container che non sono stati spediti per 10-14 giorni perché hanno dato la priorità a quelli che pagavano di più. Se il prezzo più alto che posso pagare è di $ 6K ma un’azienda come Walmart è disposta a pagare $ 7K, Walmart sta prendendo il posto. Quindi, non è solo un problema di prezzo ma di priorità e inventario. “

Per la maggior parte dei fornitori, l’aumento esponenziale dei costi e le conseguenti sfide hanno causato la necessità di aumentare i propri prezzi. Sia sul lato residenziale che su quello commerciale, i fornitori di pavimenti hanno aumentato i prezzi tra il 4% e il 10% su prodotti come il legno duro e i pavimenti resilienti. Alcune aziende hanno persino annunciato più aumenti di prezzo negli ultimi mesi a causa delle continue turbolenze nella catena di approvvigionamento.

Alcuni fornitori hanno notato di aver assorbito almeno alcuni dei costi e stanno lavorando per mitigare le sfide in corso. “Abbiamo assorbito molto di questo per un po ‘di tempo; tuttavia, abbiamo dovuto annunciare un piccolo aumento del nostro supplemento di spedizione, a partire dal 1 ° marzo “, ha affermato Noah Fulton, vicepresidente della strategia aziendale, Karndean Designflooring. “Continueremo a sfruttare forti livelli di inventario nei nostri tre centri di distribuzione negli Stati Uniti e lavoreremo all’interno della nostra catena di fornitura per superare la situazione attuale e mitigare l’impatto sui nostri clienti. Fortunatamente, abbiamo forti partner logistici che ci assistono in queste situazioni “.


Abbonati al nostro canale di Youtube 


Non sai stampare con la stampante 3D? Guarda un corso molto lungo che parte dalle basi!


Fonte immagine di copertina: https://libreshot.com/ – fonte informazioni:https://www.fcnews.net/2021/02/freight-crisis-weighs-on-industry/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.