Vai alla barra degli strumenti


GH Induction, esperto di sistemi di riscaldamento a induzione, ha formalmente introdotto una nuova organizzazione di servizio che ruota attorno agli induttori stampati in 3D. Il nuovo servizio, denominato SERVINDUCTORS, mira ad aiutare i clienti della società con sede a Valencia a passare dalle bobine convenzionali a quelle stampate in 3D, risparmiando su vari costi.

Sistemi di induzione

Il riscaldamento a induzione viene spesso utilizzato nel trattamento termico dei metalli, per cui una corrente alternata viene fatta passare attraverso bobine di rame per indurre calore nel metallo ferroso. Gli induttori sono anche componenti comuni nelle apparecchiature elettroniche CA come radio e altoparlanti. Sono bobine metalliche che bloccano la corrente alternata mentre lasciano passare la corrente continua in un sistema a induzione. Gli induttori sono considerati parte dei materiali di consumo e pertanto rappresentano una grande parte dei costi di manutenzione associati ai sistemi di induzione. Un servizio che fornisce un ampio monitoraggio e azioni preventive potrebbe ridurre significativamente questi costi prolungando la durata dei componenti.

Il servizio SERVINDUCTORS

Il nuovo servizio verrà eseguito insieme ai servizi standard di GH e offrirà ai clienti l’accesso a un consulente specializzato. I clienti hanno la possibilità di sollevare dubbi, chiedere problemi e potenziali miglioramenti; hanno accesso a condizioni di acquisto migliorate e possono aggiornare i loro attuali induttori con nuove bobine stampate in 3D fornite da GH.

Il servizio comprende quattro aree principali. L’area commerciale è responsabile della soddisfazione del cliente, l’area delle applicazioni sviluppa e monitora le versioni degli induttori con il proprio laboratorio. L’area di produzione controlla la vita utile di ciascun induttore e l’area di qualità registra i parametri per la tracciabilità e stabilisce protocolli di qualità per il miglioramento continuo.



Il servizio mira a lanciare GH Induction in pole position come fornitore nel mercato dell’induzione, a partire da Spagna e Portogallo. Il servizio sarà presto esteso al resto dei paesi in cui l’azienda opera.

La stampa 3D di bobine di rame per applicazioni a induzione è un’area in cui l’attività è in aumento. TRUMPF, un fornitore tedesco di macchine utensili, ha recentemente dimostrato le capacità della sua tecnologia laser verde nella fabbricazione di strutture in rame per l’uso in scambiatori di calore e induttori conduttivi. Altrove, negli Stati Uniti, Markforged, fornitore di stampanti 3D in metallo, ha rilasciato un’opzione di materiale in rame puro da utilizzare con la sua stampante 3D in metallo X. Si prevede che la mossa avrà importanti implicazioni nel settore dell’elettronica poiché i produttori hanno ora la possibilità di stampare in 3D i loro induttori essenziali.


Articolo 3D Printing Industry

Un pensiero su “GH INDUCTION stampa bobina in rame con stampanti 3D”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *