Vai alla barra degli strumenti
Analizzare e riparare modelli 3D

Il modello 3D stl è formato da mesh triangolari dette facce. Ecco come è fatto un file 3D stl.

L’estensione STL contraddistingue il modello 3D che serve per la stampa 3D. STL è un Formato usato maggiormente per realizzare il file da stampa detti gcode. Ecco come è fatto un file 3D:


STL (abbreviazione di “stereolitografia”) è un formato di file nativo del software CAD stereolitografico creato da 3D Systems. Questo formato di file è supportato da molti altri pacchetti software; è ampiamente usato per la prototipazione rapida, la stampa 3D e la produzione additiva.

I file STL descrivono solo la geometria della superficie di un oggetto tridimensionale senza alcuna rappresentazione di colore, trama o altri attributi comuni del modello CAD. Il formato STL specifica entrambe le rappresentazioni ASCII e binarie. I file binari sono più comuni, poiché sono più compatti.


Facce interne e facce esterne

Basi Slicing

Imparare le basi per realizzare un file da stampa 3D

SEGUI IL CORSO


Un file STL descrive una superficie triangolata grezza, non strutturata per unità normale e vertici dei triangoli usando un sistema di coordinate cartesiane tridimensionali.

Nella specifica originale, tutte le coordinate STL dovevano essere numeri positivi, ma questa restrizione non viene più applicata e le coordinate negative si incontrano oggi nei file STL. I file STL non contengono informazioni sulla scala e le unità sono arbitrarie.


Devo sapere sempre come è fatto un file 3D?

NO: Se stai sviluppando un modello 3D per scopi visivi come un’immagine renderizzata e per un videogame, allora non ci sarà bisogno che tu costruisca il modello 3D tenendo conto delle regole fondamentali della costruzione di un modello per la stampa 3d. Quindi il file STL potrebbe anche essere costruito nel modo sbagliato, con facce sovrapposte, punti non coincidenti e superfici all’interno dell’oggetto. Ma se hai bisogno di stampare con una stampante 3D, allora la situazione è completamente differente!



Ho trovato un documento interessante:


Analisi dei file STL

Rilasciato dal Dipartimento di Geometria Istituto matematico Università della tecnologia di Budapest P.O. Box 91, H-1521 Budapest, Ungheria e il Dipartimento di Ingegneria della produzione Facoltà di ingegneria meccanica Università della tecnologia di Budapest H-1521 Budapest, Ungheria.

Scarica il documento completo



CAD e CAM hanno migliorato in maniera significativa il modo di produrre e l’industria manifatturiera grazie allo sviluppo di metodi per la prototipazione rapida, come:
-SLA;
-SLS;
-LOM;
-3D printing (ecc.)


Per maggiori informazioni sulle tecnologie di stampa 3d

Vai all’Approfondiment: 1. Tecnologie di Stampa 3D


Queste tecnologie possono produrre direttamente oggetti fisici, partendo da file CAD.
Hanno un’importante caratteristica in comune: il prototipo è creato aggiungendo materiale, invece che sottrarlo.
L’oggetto viene prima disegnato da un programma di modellazione di solidi. L’algoritmo per la “decorazione a scacchiera” (tassellazione) ricopre la superficie del solido con triangoli.
Ogni triangolo è descritto da una normale esterna e da coordinate di 3 punti stabiliti.


Come è fatto un file 3D
Triangoli, facce o mesh del modello 3D stl

Hai bisogno di Stampare dei pezzi?

Servizio Stampa 3D FDM – Vai al sito!


Queste mesh triangolari immagazzinate nel file STL, sono usate per definire la geometria di solidi reali per molte applicazioni industriali, anche per la prototipazione rapida e l’industria manifatturiera.
Una mesh è quindi affettata in una serie di layer paralleli sezionati. I layer possono essere prodotti per tecnologie diverse.

La SLA crea il prototipo tracciando la sezione dei layer sulla superficie di un fotopolimero liquido con un laser.
SLS usa la polvere al posto de liquido e il laser scalda la polvere fino alla temperatura di sinterizzazione così da fondere gli strati e la polvere insieme.
Le mesh triangolari offrono la massima flessibilità ed efficienza per altre applicazioni.

Difficoltà progettazione STL Corretti

Ci sono due grandi problemi nei modelli 3D STL per la stampa 3D che creano errori di visualizzazione degli strati.


Triangolazione scorretta o intersezione di mesh

Triangolazione Scorretta

Molto spesso i modellatori 3D non creano le strutture a scacchiera giuste per la topologia. Gli errori nella triangolazione, come spazi e sfaccettature, risultano in sezioni trasversali scorrette, le quali non possono essere processate come layer.


Vuoi leggere l’articolo sulle Regole da sapere prima di Stampare?

VAI ALL’ARTICOLO


Peso eccessivo in MB o triangolazione troppo fitta

Complessità elevata nella Mesh

La complessità elevata delle mesh; i modelli poligonali con milioni di triangoli richiedono molto più di spazio e lungo tempo di lavorazione, quindi ridurre la complessità delle mesh è d’obbligo per poter maneggiare quei modelli. Ci sono stati numerosi gruppi di ricerca che hanno lavorato sulla semplificazione delle superfici e hanno pubblicato numerosi articoli a riguardo.


Gli algoritmi di semplificazione delle mesh riducono il numero di triangoli in un dato modello, mentre cambiano in modo minimo la forma della geometria.

A causa di problemi numerici, si possono creare problemi di “rumore” nella mesh mentre si forma la sua “tassellazione”.
QUINDI sviluppare algoritmi per le mesh triangolari che levighino la forma è un altro problema centrale.
Questi algoritmi usano risultati e tecniche presi dalla Geometria Differenziale e dall’Analisi Numerica.
Ma pochi hanno trattato di come rilevare e correggere problemi legati alla topologia.


Raffigurazione delle Superfici in Formato STL

Una mesh triangolare è il risultato di una tassellatura di limiti superficiali di un solido 3d, ed è una semplice rappresentazione di esso. Per applicazioni ingegneristiche, la mesh deve contenere un dato che indichi l’orientamento di ciascuno dei triangoli che compongono la mesh.

Tale dato è essenziale per poter definire l’interno e di conseguenza l’esterno del solido. Il file STL è una rappresentazione per triangoli delle facce del solido in cui i vertici di ciascuno sono disposti in modo da soddisfare tale requisito. Informazioni di mesh sono adatte a definire modelli 3d.

Il formato STL è divenuto un formato standard di input per tutti i sistemi di prototipazione rapida. Il contenuto di un file STL è una serie di matrici, ciascuna delle quali definisce un triangolo tramite valori numerici che descrivono la loro posizione all’interno del WCS.

Il file non contiene informazioni sulla topologia come collegamenti o vicinanza a un altro elemento. Grazie alle coordinate, ogni vertice è scritto nella mesh tutte le volte che serve. Questo fatto può provocare problemi con l’identificazione dei vertici.


Il file STL non mostra se la mesh è il risultato di una corretta triangolazione.


Si dice che la superficie a triangoli è una connessa “triangolazione” di nodi se è un set finito di triangoli che soddisfano i requisiti seguenti:

  • ogni lato nella triangolazione è condiviso da al massimo da due triangoli;
  • un vertice nella triangolazione può essere condiviso da un sacco di triangoli;
  • ogni triangolo ha almeno un punto in comune con un altro triangolo (connessione; richiede almeno due triangoli);
  • se un vertice del triangolo è condiviso da un secondo triangolo, allora quel punto è un vertice di un terzo triangolo (proprietà nodo-nodo);
  • nessun triangolo ha intersezione con l’interno di un altro triangolo (no foratura, no sovrapposizione);

Errori matematici nella triangolazione possono portare a difetti topologici nella mesh. In modelli composti, il grado di discretizzazione delle diverse superfici può essere diverso.
Nei modelli che hanno un’unione di superfici, la definizione dei limiti superficiali può portare a differenze di coordinate dello stesso vertice, condiviso da triangoli che giacciono su diversi piani.


Analogamente, il calcolo della linea di intersezione di due superfici può causare errori nel legame nodo-nodo e alzare l’accuratezza del calcolo, in questo caso, non aiuta.
Al contrario, a causa della “tassellazione” elevata, si generano triangoli più piccoli e i triangoli possono diventare una linea quando uno dei suoi lati diventa troppo piccolo.
Dove ci sono delle curve pronunciate, si possono creare dei buchi.


Errori su Layer in fase di stampa derivati dall’stl

Esempio errore visualizzazione strati stampa 3D

Tutti questi errori influenzano la forma di layer calcolati come piani di intersezione della mesh, distorcendo la produzione dell’oggetto.


Tecniche di semplificazione della Mesh

La “tassellazione” della superficie e altre applicazioni ingegneristiche e grafiche generano ogni giorno modelli geometrici che consistono in un grande numero di triangoli. L’uso di mesh ad alta densità porta ad un lungo tempo di pocessazione e a manipolazione inefficente. Di conseguenza, sono richieste operazioni di semplificazione per la riduzione del numero di triangoli, cosi che la mesh grezza preservi la topologia originale della mesh e formi una buona approssimazione geometrica della mesh originale.


In generale. non c’é un’ideale soluzione al problema della semplificazione delle mesh.
Piuttosto, l’utente deve scegliere un compromesso tra la dimensione o peso e qualità superficiale. Per diverse applicazioni, un gran numero di algoritmi di riduzione dei dati sono stati sviluppati e pubblicati nell’ultimo decennio.


L’eliminazione dei dati può avvenire tramite la cancellazione dei vertici o dei lati dalla mesh o sostituendo punti a triangoli. Ognuna di queste operazioni cambia la topologia e la geometria della mesh nei paraggi dell’elemento cancellato. La maggior parte degli algoritmi operano localmente, dentro una regione ben definita e senza propagarsi nella mesh.

Algoritmi e processi automatici mesh

Il risultato è che la catena di effetti difficili da tracciare, viene sostituita con una trasformazione locale della triangolazione. Poi il processo si ripete fino a quando non si incontrano delle condizioni termine. Solitamente, le condizioni termine sono specificate dalla percentuale di riduzione della mesh originale o da quote valore di riduzione, o ancora è controllato dall’utente interattivamente.


Un’operazione molto usata è quella di scambiare i lati, in modo da invertire la diagonale di un quadrilatero cosi da minimizzare piccole oscillazioni che possono essere presenti nella mesh di partenza.
Il cambio di lati avviene cosi:
vengono considerati due triangoli che si toccano per un lato e che formano un quadrilatero. Vengono misurate 5 variazioni di angoli diedri tra la coppia delle normali esterne adiacenti. Viene accettato il lato per lo scambio se la variazione media è ridotta durante lo scambio del lato.


Per la caratterizzazione della geometria delle mesh e per la classificazione dei lati vengono usati un molti algoritmi dei “punti caratteristici”.
Dei “punti caratteristici” hanno l’angolo diedro più grande di un valore limite specifico.
Un set di punti caratteristici formano una linea caratteristica.


Il file continua con un elenco di triangoli (indicati con facet), ciascuno dei quali viene riportato con il seguente formato

facet normal ni nj nk
    outer loop
        vertex v1x v1y v1z
        vertex v2x v2y v2z
        vertex v3x v3y v3z
    endloop
endfacet

n è la normale alla superficie del triangolo (facet normal) e i tre vertici del triangolo vengono indicati attraverso tre vettori vn. La prima v sarà il primo La normale dovrebbe essere un versore (vettore unitario) che punta all’esterno dell’oggetto solido.  Tutti i triangoli contenuti all’interno del file STL andranno a comporre la superficie del modello 3D. Infine, in chiusura del file c’è la seguente riga:

endsolid name 

che informa gli interpreti e altre applicazioni del termine della struttura dati STL.


STL binario

Poiché i file STL ASCII possono diventare molto grandi, esiste una versione binaria di STL. Un file STL binario ha un’intestazione di 80 caratteri (che viene generalmente ignorata, ma non dovrebbe mai iniziare con “solido” perché ciò potrebbe indurre alcuni software a ritenere che si tratti di un file STL ASCII). Di seguito l’intestazione è un intero senza segno little-endian a 4 byte che indica il numero di sfaccettature triangolari nel file. Di seguito sono riportati i dati che descrivono a turno ciascun triangolo. Il file termina semplicemente dopo l’ultimo triangolo.

Ogni triangolo è descritto da dodici numeri in virgola mobile a 32 bit: tre per la normale e poi tre per la coordinata X / Y / Z di ciascun vertice – proprio come con la versione ASCII di STL. Dopo ciò segue un intero senza segno a 2 byte (“breve”) che è il “conteggio byte di attributo” – nel formato standard, questo dovrebbe essere zero perché la maggior parte dei software non capisce nient’altro.

I numeri in virgola mobile sono rappresentati come numeri in virgola mobile IEEE e sono considerati little-endian, sebbene ciò non sia indicato nella documentazione.

UINT8[80] – Header
UINT32 – Number of triangles

foreach triangle REAL32[3] – Normal vector REAL32[3] – Vertex 1 REAL32[3] – Vertex 2 REAL32[3] – Vertex 3 UINT16 – Attribute byte count end
21 pensiero su “Come è fatto un file 3D? (.stl)”
  1. STL è un formato di CAD stereolitografico
    Questo formato di file è supportato da molti pacchetti software; è ampiamente usato per la prototipazione rapida, ma soprattutto per la stampa 3D.
    I file STL descrivono solo la geometria della superficie di un oggetto tridimensionale senza alcuna rappresentazione di colore e descrive una superficie triangolata grezza, non strutturata per unità normale e vertici dei triangoli.
    Se si vuole sviluppare un modello 3D solo per il suo aspetto visivo allora si possono tralasciare certi piccoli errori che a volte si presentano nei file 3D per esempio le facce sovrapposte o punti non coincidenti.

  2. Com’è fatto un file .stl?
    Un file .stl per la prima volta utilizzato dal software CAD, di tipo stereolitografico, questi tipi di file, all’interno sono strutturati come un oggetto tridimensionale, senza guardare il colore o altre caratteristiche del modello CAD. Può essere un testo binario ed in formato ASCII STL, però quello più usato è il formato binario perché occupa meno memoria rispetto all’altro formato.
    Quindi un file .stl è una semplice superficie triangolata, definiti “grezzi”: non delle strutture per vertici e non hanno informazioni sulla scala dell’oggetto 3D e le loro unità sono arbitrarie.

  3. STL (stereolitografia) è un formato di file nativo del software CAD stereolitografico creato da 3D Systems.
    Questo formato di file è ampiamente usato per la prototipazione rapida, la stampa 3D e la produzione additiva.
    I file STL descrivono solo la geometria della superficie di un oggetto tridimensionale senza alcuna rappresentazione
    di colore, trama o altri attributi comuni del modello CAD.
    Un file STL descrive una superficie triangolata grezza, non strutturata per unità normale e vertici
    dei triangoli usando un sistema di coordinate cartesiane tridimensionali.
    I file STL non contengono informazioni sulla scala e le unità sono arbitrarie.
    I file STL potrebbero essere costruiti nel modo sbagliato con facce sovrapposte, punti non coincidenti
    e superfici all’interno dell’oggetto.

    CAD e CAM hanno migliorato in maniera significativa il modo di produrre e l’industria manifatturiera grazie
    allo sviluppo di metodi per la prototipazione rapida, come:
    -SLA;
    -SLS;
    -LOM;
    -3D printing (ecc…)

    Molto spesso i modellatori 3D non creano le strutture a scacchiera giuste per la topologia.
    La complessità elevata delle mesh; i modelli poligonali con milioni di triangoli richiedono molto più di spazio
    e lungo tempo di lavorazione.

    La superficie a triangoli è una connessa “triangolazione” di nodi SE è un set finito di triangoli che soddisfano i requisiti seguenti:
    – ogni lato nella triangolazione è condiviso da al massimo da due triangoli
    -un vertice nella triangolazione può essere condiviso da un sacco di triangoli
    -ogni triangolo ha almeno un punto in comune con un altro triangolo (richiede almeno due triangoli);
    – se un vertice del triangolo è condiviso da un secondo triangolo, allora quel punto è un vertice di un terzo triangolo
    – nessun triangolo ha intersezione con l’interno di un altro triangolo (niente foratura, niente sovrapposizione).

  4. Nel riassunto dovrai trattare tutte le parti fondamentali che hai capito. E’ possibile estrapolare parti di testo solo se modificate e riviste. Le parti fondamentali le puoi cogliere in base all’utilizzo di un carattere più grande come un titolo, un sottotitolo o un semplice grassetto.
    I file stl, sono file utilizzati per la prima volta da CAD che rappresentano SOLO la geometria della superficie del disegno, senza badare al colore, alla sua trama o altri fattori tipici del modello CAD. Il formato STL è formato da un testo binario e rappresentazioni ASCII, ma viene utilizzato maggiormente il binario perché più leggero. I file STL sono formati da triangoli grezzi che non rendono una struttura ben strutturata per unità normale e vertici, non contenendo informazioni sulla scala dell’oggetto 3D e le loro unità.
    Quindi un file STL può avere anche difetti nella progettazione, con facce sovrapposte e punti non coincidenti, ma se si ha bisogno di stampare, bisognerà correggere gli eventuali errori usando appositi programmi come Meshmixer o Sketchup.

  5. Un file STL è un formato di file nativo del software CAD stereolitografico.
    I file STL descrivono solo la geometria della superficie di un oggetto tridimensionale senza alcuna rappresentazione di colore, trama o altri attributi comuni del modello CAD. Il formato STL specifica entrambe le rappresentazioni ASCII e binarie. I file binari sono più comuni, poiché sono più compatti.

  6. Il file STL o formato STL che senza abbreviazione sta per “stereolitografia”, questa tipologia di file è stata utilizzata per la prima volta dal softwre CAD, questi descrivono la geometria della superficie di un oggetto in 3D (tridimensionale).
    È la rappresentazione ASCII e binarie che è quello più utilizzato perché esso è più compatibile con molti più software, il file è formato da triangoli definiti grezzi e non sono formati per vertici e unità normali, le loro unita non seguono nessuna legge infatti questo non da informazioni sulla scala dell’oggetto.

    1. Come è fatto un file .stl?
      Ll formato .stl è stato per ;a prima volta sfruttato dal software CAD, I file STL descrivono la geometria della superficie di un oggetto tridimensionale senza alcuna rappresentazione di colore preciso.Il formato STL specifica entrambe le rappresentazioni ASCII e binarie ma il file binario è quello utilizzato di più, poiché è più compatibile con altri software. Un file .stl è quindi una semplice superficie formata da triangoli.

  7. il formato stl è il formato principale di cad, un file di tipo stereolitografico . il formato stl descrive solamente solamente la geometria del modello in codice binario “ASCII” poiché è il più compatto e di conseguenza occupa meno spazio e rende il file leggero e trasportabile..
    descrive le mesh (un insieme di triangoli che insieme formano un solido tridimensionale) e supercifici grezze ma non riporta informazioni sulla scala e delle unità perchè sono arbitrarie, non seguono alcuna legge.

  8. STL è un formato di file nativo del software CAD creato da 3D Systems. Questo formato di file è supportato da molti altri pacchetti software. I file STL descrivono solo la geometria della superficie di un oggetto tridimensionale. Il formato STL specifica entrambe le rappresentazioni ASCII e binarie. I file binari sono più comuni, poiché sono più compatti. Un file STL descrive una superficie triangolata grezza. Nella specifica originale, tutte le coordinate STL dovevano essere numeri positivi, ma questa restrizione non viene più applicata e le coordinate negative si incontrano oggi nei file STL. I file STL non contengono informazioni sulla scala e le unità sono arbitrarie. Queste tecnologie possono produrre direttamente oggetti fisici, partendo da file CAD.
    Hanno un’importante caratteristica in comune: il prototipo è creato aggiungendo materiale, invece che sottrarlo.
    L’oggetto viene prima disegnato da un programma di modellazione di solidi. L’algoritmo per la “decorazione a scacchiera” (tassellazione) ricopre la superficie del solido con triangoli.
    Ogni triangolo è descritto da una normale esterna e da coordinate di 3 punti stabiliti. Molto spesso i modellatori 3D non creano le strutture a scacchiera giuste per la topologia. La complessità elevata delle mesh; i modelli poligonali con milioni di triangoli richiedono molto più di spazio e lungo tempo di lavorazione, quindi ridurre la complessità delle mesh è d’obbligo per poter maneggiare quei modelli. Tutti questi errori influenzano la forma di layer calcolati come piani di intersezione della mesh, distorcendo la produzione dell’oggetto. Lati e dischi sbagliati vengono rilevati e caratterizzati nella parte 4 e sono suggeriti metodi interattivi per la correzione di difetti topologici.
    Le investigazioni mostrano che nessun algoritmo generico può essere sviluppato per la soluzione e in molti casi bisogna rimodellare il solido e tassellarlo nuovamente.

  9. come è fatto un file .stl?
    il formato .stl è stato per ;a prima volta sfruttato dal software CAD, I file STL descrivono la geometria della superficie di un oggetto tridimensionale senza alcuna rappresentazione di colore preciso.Il formato STL specifica entrambe le rappresentazioni ASCII e binarie ma il file binario è quello utilizzato di più, poiché è più compatibile con altri software. Un file .stl è quindi una semplice superficie formata si da triangoli, ma essi sono definiti “grezzi”: non sono cioè strutturati per unità normale e per vertici, non contengono informazioni sulla scala dell’oggetto 3D e le loro unità sono arbitrarie (Non seguono nessuna legge).

  10. STL (abbreviazione di “stereolitografia”) è un formato di file nativo del software CAD stereolitografico creato da 3D Systems. Questo formato di file è supportato da molti altri pacchetti software; è ampiamente usato per la prototipazione rapida, la stampa 3D e la produzione additiva.
    Un file STL descrive una superficie triangolata grezza, non strutturata per unità normale e vertici (ordinati dalla regola della mano destra) dei triangoli usando un sistema di coordinate cartesiane tridimensionali.
    Quindi il file STL potrebbe anche essere costruito nel modo sbagliato con facce sovrapposte, punti non coincidenti e superfici all’interno dell’oggetto. Ma se hai bisogno di stampare con una stampante 3D, allora la situazione è completamente differente!

  11. riassunto:

    ùSTL (abbreviazione di “stereolitografia”) è un formato di file nativo del software CAD stereolitografico creato da 3D Systems. Questo formato di file è supportato da molti altri pacchetti software; è ampiamente usato per la prototipazione rapida, la stampa 3D e la produzione additiva. I file STL descrivono solo la geometria della superficie di un oggetto tridimensionale senza alcuna rappresentazione di colore.
    Un file STL descrive una superficie triangolata grezza, non strutturata per unità normale e vertici (ordinati dalla regola della mano destra) dei triangoli usando un sistema di coordinate cartesiane tridimensionali.
    Per creare un file STL non c’è sempre bisogno di seguire le regole fondamentali, perché se volessimo fare un file per un videogame o qualcos’altro spesso no possiamo seguirle, però se stampiamo con una stampante 3D la questione è totalmente diversa.

  12. riassunto:

    STL (abbreviazione di “stereolitografia”) è un formato di file nativo del software CAD stereolitografico creato da 3D Systems. Questo formato di file è supportato da molti altri pacchetti software; è ampiamente usato per la prototipazione rapida, la stampa 3D e la produzione additiva. I file STL descrivono solo la geometria della superficie di un oggetto tridimensionale senza alcuna rappresentazione di colore.
    Un file STL descrive una superficie triangolata grezza, non strutturata per unità normale e vertici (ordinati dalla regola della mano destra) dei triangoli usando un sistema di coordinate cartesiane tridimensionali.
    Per creare un file STL non c’è sempre bisogno di seguire le regole fondamentali, perché se volessimo fare un file per un videogame o qualcos’altro spesso no possiamo seguirle, però se stampiamo con una stampante 3D la questione è totalmente diversa.

  13. 1-Come è fatto un file .stl?
    -Un file .stl è un file stereolitgrafico, che fa la sua apparizione per la primissima volta nel software di cad.
    I file .stl al loro interno contengono solamente la struttura dell’oggetto che volete creare, senza guardare i loro dettagli o altri fattori che si usano in CAD.
    Qualsiasi file ASCII deve sempre iniziare con questa riga:-SOLID NAME ma il file ASCII non è quello usato maggiormente perché può diventare un file molto pesante perciò viene rappresentato maggior mente in formato binario perché così occupa meno memoria.
    Perciò un file .stl è un file che rappresenta semplicemente una superficie semplice,
    formata da triangoli.

  14. STL
    è un formato di file nativo. Questo formato di file usato per la prototipazione rapida, la stampa 3D e la produzione additiva.descrivono solo la geometria della superficie di un oggetto tridimensionale senza alcuna rappresentazione di colore, trama o altri attributi comuni del modello CAD.
    Un file STL descrive una superficie triangolata grezza, non strutturata per unità normale e vertici.
    CAD e CAM hanno migliorato in maniera significativa il modo di produrre e l’industria manifatturiera grazie allo sviluppo di metodi per la prototipazione rapida.
    Però ci sono due grandi difficoltà :
    -Molto spesso i modellatori 3D non creano le strutture a scacchiera giuste per la topologia.
    – La complessità elevata delle mesh.
    Una mesh triangolare è il risultato di una tassellatura di limiti superficiali di un solido 3d, ed è una semplice rappresentazione di esso.
    essa deve contenere un dato che indichi l’orientamento di ciascuno dei triangoli che compongono la mesh.
    Si dice che la superficie a triangoli è una connessa “triangolazione” di nodi SE è un set finito di triangoli.
    -ogni lato nella triangolazione è condiviso da al massimo da due triangoli,
    -un vertice nella triangolazione può essere condiviso da un sacco di triangoli,
    -ogni triangolo ha almeno un punto in comune con un altro triangolo,
    -se un vertice del triangolo è condiviso da un secondo triangolo, allora quel punto è un vertice di un terzo triangolo,
    -nessun triangolo ha intersezione con l’interno di un altro triangolo,
    Errori matematici nella triangolazione possono portare a difetti topologici nella mesh.
    Lati e dischi sbagliati vengono rilevati e caratterizzati nella parte 4 e sono suggeriti metodi interattivi per la correzione di difetti topologici, in molti casi bisogna rimodellare il solido e tassellarlo nuovamente.
    Poiché i file STL ASCII possono diventare molto grandi, esiste una versione binaria di STL. Un file STL binario ha un’intestazione di 80 caratteri; Di seguito sono riportati i dati che descrivono a turno ciascun triangolo.
    Ogni triangolo è descritto da dodici numeri in virgola mobile a 32 bit tre per la normale e poi tre per la coordinata X / Y / Z di ciascun vertice.

  15. 1)Com’è fatto un file .stl?
    Un file .stl è stato utilizzato per la prima volta dal software CAD, ed è un file di tipo stereolitografico.
    I file .Stl al loro interno conservano solamente la struttura della superficie di un oggetto tridimensionale, senza badare al suo colore, alla sua trama o altri fattori tipici del modello CAD. E’ rappresentato sottoforma di testo binario ed in formato ASCII ma quello più usato è il formato binario perché fra i due è quello che occupa meno memoria.
    Un file .stl è quindi una semplice superficie formata si da triangoli, ma essi sono definiti “grezzi”: non sono cioè strutturati per unità normale e per vertici, non contengono informazioni sulla scala dell’oggetto 3D e le loro unità sono arbitrarie (Non seguono nessuna legge).

    1. STL è un formato creato da 3D systems; è un tipo di file che è supportato da molti software e viene utilizzato ,almeno nel nostro caso, per la stampa 3D.
      Questo tipo di file descrive soltanto la geometria del modello tridimensionale senza la rappresentazione del suo colore o della trama, ma può rappresentare il modello sia in ascii che in binario.
      Il file STL descrive le superfici dei modelli 3D con dei triangoli che servono per definirne la geometria.
      Se si vuole sviluppare un modello 3D solo per il suo aspetto visivo allora si possono tralasciare certi piccoli errori che a volte si presentano nei file 3D come per esempio: superfici all’interno dell’oggetto, facce sovrapposte o punti non coincidenti.
      Quando si vuole costruire un modello 3D per la stampa 3D allora bisogna seguire delle particolari regole e stare attenti ad ogni singolo errore nel modelo 3D.
      Per produrre un modello 3D possono essere utilizzate delle “tecnologie di stampa” che permettono di creare il modello fisico attraverso un file come CAD.
      Per prima cosa l’oggetto, che dovrà diventare un modello 3D, deve essere messo in un programma di modellazione 3D, che ricoprira le sue faccie con dei triangoli, l’insieme di queste faccie viene definita mesh.
      La mesh verrà quindi divisa in strati(layer).
      Ci possono essere però degli errori nella progettazione del file STL, il primo errore potrebbe avvenire per colpa del modellatore 3D che inserisce in modo scorretto i triangoli sulle faccie del modello.
      Il secondo problema viene dalla mesh che per via dei suoi milioni di triangoli appesantisce il file rendendo più difficile la lavorazione; esistono algoritmi che semplificano la trasformazione di un file in mash, ma questi possono recare danni al modello 3D diminuendo o levigando le superfici del modello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *